Ultima modifica: 29 Ottobre 2016

Criteri e parametri di valutazione per lo svolgimento degli scrutini

Sulla base delle norme vigenti (D.L. n. 297, 16.4.94; D.L. n. 253, 28.5.95; O.M. n. 80, 9.3.95; O.M. n. 117, 22.3.96; C.M. 177/98; O.M. 126/00), premesso che la valutazione consiste nella verifica in positivo della maturazione degli alunni e dei progressi avvenuti nell’acquisizione di conoscenze, competenze, capacità; che essa esclude la definizione e l’applicazione meccanica di criteri meramente quantitativi; che le proposte di voto devono scaturire da un congruo numero di interrogazioni ed esercizi scritti e pratici svolti all’interno delle ore di lezione e a casa, corretti e classificati nel corso dell’anno scolastico, così da poter accertare, in forma similare tra i vari Consigli di classe, il raggiungimento degli obiettivi propri di ciascuna disciplina, si assumono in sede di scrutini intermedi e finali i seguenti criteri e parametri di valutazione:


  • Sei in “Area 1 – Sviluppare le competenze individuali – 4 La valutazione didattica – 4.1 Criteri e parametri di valutazione per lo svolgimento degli scrutini”
  • Torna aArea 1
  • Torna a Ptof 2016/19

area1_grigio_color